La natura barbarica della conoscenza

«La conoscenza della realtà oggettiva è eternamente preclusa all’essere umano.» Chi pensa così dimentica che la facoltà di conoscere non è la prova della nostra natura angelica, ma della nostra animalità, perché nasce dalla barbara necessità di sopravvivere. Noi abitiamo un mondo pericoloso e ostile, dove è di vitale importanza che le informazioni raccolte dai nostri organi di senso siano quanto è più possibile attendibili. Se là fuori c’è un pericolo, lo devo sapere; se c’è del cibo, lo devo sapere. Se il mio apparato percettivo mi presentasse un’immagine sistematicamente distorta della realtà, un’immagine che non corrisponde agli stati di cose esistenti nel mondo, mi sarei già estinto da un pezzo. Ma non mi sono estinto: dunque conosco. Lo scetticismo è un lusso per animali viziati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...