Metafisica contro statistica

L’inorganico è la regola dell’universo, la vita un’aberrazione di questa regola. Quindi non è affatto necessario postulare l’esistenza di una qualche pulsione di morte per spiegare la tendenza degli organismi verso la distruzione. Piuttosto, la morte sopraggiunge perché, quello inorganico, è di gran lunga lo stato più probabile in cui la materia possa trovarsi. Moriamo per ragioni statistiche, non metafisiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...