Come generare ottima fuffa con l’aiuto della logica

contra-segnali

Chi l’ha detto che la logica è nemica della fuffa? Di seguito dimostrerò che la realtà è intrinsecamente contraddittoria.

(1) Sia t0 l’ultimo istante del tempo nel quale una lampada L è accesa.

(2) Sia t1 il primo istante del tempo in cui L è spenta.

(3) Siccome la lampada non può essere a un tempo accesa e spenta, t0 è necessariamente un istante diverso da t1.

(4) Siccome t1 è un istante successivo a t0, ne consegue che t1 – t0 > 0.

(5) Se t1 – t0 > 0, ne consegue che, in base a (3) deve necessariamente esistere almeno un istante di tempo tx tra t1 e t0.

(6) In base a (1) in questo istante tx, la lampada non può essere accesa.

(7) Se la lampada in tx non è accesa, allora è necessariamente spenta.

(8) In base a (2) la lampada in tx non può essere spenta.

(9) Se la lampada in tx non è spenta, allora è necessariamente accesa.

(10) Pertanto, la lampada è a un tempo accesa e spenta.

Annunci

4 pensieri su “Come generare ottima fuffa con l’aiuto della logica

  1. La lampada, come sanno tutti quelli che hanno conoscenza di elettricità, non si accende in un tempo zero, c’è un tempo transitorio fra acceso e spento, in cui la lampada comincia condurre corrente ma non produce ancora luce.
    Cordialità

    Mi piace

  2. penso che sia una questione di “livelli” o se preferisce, “prospettive”: Lei ha usato dei simboli matematici per esprimere logicamente il suo ragionamento “t1-t0>0” ma non ha specificato in quale “ambito” o insieme si estrinseca il suo ragionamento, in quanto può essere valido per un insieme ma non per un altro, ovvero, il suo ragionamento è valido per tutti quegli insiemi che non sono fitti, cioè, che ammettono spazi fra un elemento ed un altro; ad esempio nell’ ambiro dei numeri reali il suo ragionamento cade, poichè non c’è spazio tra un numero e il suo successore. che ne pensa?

    Mi piace

  3. penso che sia una questione di “livelli” o se preferisce, “prospettive”: Lei ha usato dei simboli matematici per esprimere logicamente il suo ragionamento “t1-t0>0” ma non ha specificato in quale “ambito” o insieme si estrinseca il suo ragionamento, in quanto può essere valido per un insieme ma non per un altro, ovvero, il suo ragionamento è valido per tutti quegli insiemi che non sono fitti, cioè, che ammettono spazi fra un elemento ed un altro; ad esempio nell’ ambiro dei numeri reali il suo ragionamento cade, poichè non c’è spazio tra un numero e il suo successore. che ne pensa?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...