Fallacie informali: ad hominem

Ad-Hominem

Vi è mai capitato di attaccare una persona invece che i suoi argomenti? Se la risposta è sì, avete prodotto un argomento ad hominem (all’uomo) una delle fallacie più diffuse nei dibattiti politici. La struttura dell’ad hominem è molto semplice:

1. Una persona dice una certa cosa.

2. Voi attaccate la persona invece che la sua affermazione.

Ci sono molti modi in cui si può attaccare una persona. Possiamo attaccare:

1. Le sue azioni presenti o passate, se sono in contrasto con quanto viene affermato:

A – Esco un attimo a fumare una sigaretta.

B – Non dovresti fumare! Lo sai che provoca il cancro.

A – Senti chi parla! Anche tu hai fumato per anni.

Il fatto che B abbia fumato non rende falsa la sua affermazione che il fumo provoca il cancro. Né la renderebbe falsa nemmeno se B fosse ancora un fumatore.

2. I suoi interessi personali in quanto appartenente a un certo gruppo sociale:

A – Lo Stato dovrebbe eliminare le tasse sulle seconde case.

B – Non mi sorprende che parli in questo modo: tu hai tre case. Hai tutto da perdere da un regime fiscale che tassa i più ricchi.

Può darsi che A parli così per interesse personale, ma ciò non rende necessariamente falsa la sua affermazione.

3. Una variante dell’argomento ad hominem consiste nell’associare la tesi dell’avversario a un’ideologia deprecabile, secondo lo schema: “Se dici X, allora sei Y”:

A – Lo Stato non può permettersi di ospitare nuovi immigrati.

B – Solo un razzista potrebbe dire una cosa del genere.

È vero che un razzista sarebbe d’accordo con A, ma da ciò non segue necessariamente che anche A sia razzista. Bisogna considerare le ragioni della sua tesi: se il motivo è, poniamo, che gli immigrati sono esseri inferiori, allora l’accusa è giustificata. Ma se il motivo è che l’aumento dell’immigrazione porterebbe il sistema economico al collasso, l’accusa è infondata. Una stessa tesi può essere sostenuta per ragioni completamente diverse. Altro esempio:

A – In Italia la democrazia parlamentare ha fallito.

B – Lo sapevi che Hitler è andato al potere con argomenti simili ai tuoi?

Questa variante è conosciuta col nome scherzoso di reductio ad hitlerium (riduzione a Hitler): siccome tu affermi A e Hitler ha affermato A, allora tu sei come Hitler. Di nuovo: tu potresti condividere un’affermazione di Hitler per ragioni completamente diverse dalle sue.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...