Il collo della colomba

Le percezioni hanno per gli uomini un qualche valore di verità dal momento che, come diceva Sesto Empirico, «il collo di una colomba, se diversamente inclinato, sembra di un colore diverso»? No, rispondono i metafisici, perché le percezioni sono una barriera che si frappone tra noi e le cose. Quando guardo un albero, non vedo un oggetto esterno, ma la mia stessa rappresentazione dell’albero, come se stessi guardando i cristalli di un caleidoscopio interiore. Anche una finestra è un oggetto che si frappone fra me e il paesaggio esterno. Sarebbe assurdo però affermare che, quando mi affaccio a guardare fuori, tutto ciò che vedo è una finestra. Ma i sensi ci ingannano, diranno i metafisici! E come fate a saperlo? Se la vostra mente è sigillata da porte di stagno senza fessure, non potete nemmeno sbirciare nel mondo per poter accertare l’inganno.